CESARE MAGGI

Pubblicato il Pubblicato in Artisti

CESARE MAGGI

Cesare Maggi Pittore, Roma 13 gennaio 1881 – Torni, 11 maggio 1961


CONTATTACI SENZA IMPEGNO PER UNA QUOTAZIONE GRATUITA:

 Telefono: 06 8412822

WHATSAPP:  348 2858142 – 339 4544436

 E-MAIL:  info@compro-antiquariato.it


ACQUISTIAMO DIPINTI DI CESARE MAGGI

Se siete interessati a ricevere una stima gratuita o valutazione della vostra opera, oppure volete semplicemente conoscere i prezzi di mercato, contattateci e vi risponderemo rapidamente.

La nostra galleria d’arte è interessata all’acquisto e alla vendita di quadri e dipinti di CESARE MAGGI. Valutazioni, prezzi, valore, quotazioni, stime, acquisti e vendite delle opere realizzate dall’artista.


MANDACI LE FOTO DELLA TUA OPERA RISPOSTE IN 24 ORE

Upload
Upload
Upload
Upload
Upload

BIOGRAFIA CESARE MAGGI

Nato in una famiglia di attori, Maggi intraprese gli studi classici per volontà del padre, ma iniziò a dipingere anche in tenera età, prima con l’artista livornese Vittorio Matteo Corcos nel 1897 e poi con Gaetano Esposito a Napoli. Il suo debutto a Firenze all’Esposizione Annuale della Belle Arti di Firenze nel 1898 fu seguito da un breve viaggio a Parigi per aggiornarsi sugli ultimi sviluppi.

Dunque la svolta cruciale nell’arte di Maggi avvenne tuttavia nel 1889 con la mostra postuma di opere di Giovanni Segantini della Società milanese di belle arti, che portò a un definitivo passaggio alla pittura di paesaggi di un personaggio divisionista.

Dopo un breve soggiorno in Engadina, è tornato a Milano prima di stabilirsi definitivamente a Torino. La collaborazione commerciale con Alberto Grubicy fino al 1913 consentì a Maggi di affermarsi rapidamente come uno dei principali rappresentanti della seconda generazione di pittori divisionisti in Italia.

Dipinse un repertorio di paesaggi montani facilmente comprensibili incentrati principalmente su aspetti della percezione visiva del riflesso della luce e del colore ma senza la profonda spiritualità dell’opera di Segantini.

Partecipa alle principali mostre italiane ed europee e la Biennale di Venezia dedica un’intera sala alla sua opera all’Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia nel 1912.

Dopo un intermezzo dedicato alla ritrattistica nello stesso decennio, il lavoro maturo dell’artista praticamente si concentra su una maggiore semplificazione della materia, soprattutto nei paesaggi. Maggi ottenne la cattedra in pittura all’Accademia Albertina di Torino nel 1936.

 

Cesare Maggi Paesaggio di montagna
Cesare Maggi – Paesaggio di montagna

Articoli Correlati